Link utili



 

   

Cerca in Totus Tuus


 

   

Il grido silenzioso



 

Il catechismo insegna
 di Roberto Lanzilli

[Da "il Timone" n. 22, Novembre/Dicembre 2002]

La liturgia è il luogo privilegiato in cui si realizza la presenza della Trinità e la partecipazione della Chiesa al Mistero di Cristo o, secondo la tradizione patristica. all’"economia dalla salvezza" (C.C.C. 1066), prima annunciata dai profeti e poi testimoniata dagli apostoli.

In che modo?

Cominciamo da Dio Padre. Posto che tutta la sua opera è benedizione, dalla creazione alla storia della salvezza del popolo eletto, dal dono di suo Figlio a quello dello Spinto santo, la liturgia ci aiuta a riconoscere pienamente in Lui "la sorgente e il termine" (C.C.C. 1082) di tutte le benedizioni e a rendergli lode e grazie.

Quanto agli interventi dello Spirito Santo ne indichiamo alcuni: ricorda e manifesta Cristo alla fede dell’assemblea; dona ai fedeli, secondo le disposizioni dei cuori, l’intelligenza spirituale della Parola di Dio; nei sacramenti guarisce e trasforma chi li riceve per conformarlo al Figlio di Dio; rende presente e attualizza il Mistero pasquale di Cristo con la sua potenza trasformatrice: le offerte diventano il Corpo e il Sangue di Cristo.

Egli "è come la linfa della vigna del Padre che porta il suo frutto nei tralci. Nella liturgia si attua la più stretta cooperazione tra lo Spirito Santo e la Chiesa" (C.C.C. 1108).

Cristo, poi, è presente nella persona del ministro, realmente sotto le specie eucaristiche, nella sua parola — poiché è Lui che parla — quando la Chiesa prega e loda. Infatti, il vangelo di san Matteo ci ricorda: "Dove sono due o tre riuniti nel mio nome, là sono io, in mezzo a loro" (18,20).

"Perciò ogni celebrazione liturgica, in quanto opera di Cristo sacerdote e del suo corpo, che è la Chiesa, è azione sacra per eccellenza e nessun’altra azione della Chiesa ne uguaglia l’efficacia alto stesso titolo e allo stesso grado" (Sacrosanctum concilium, 7).

Anche per questo appare oggettivamente insostenibile la posizione di chi ritiene di poter credere in Dio ma non nella Chiesa. É pur vero che i sacramenti sono efficaci ex opere operato, perché in essi agisce Gesù, ma è altrettanto vero che alla Chiesa Cristo ha affidato la loro amministrazione. Quindi la liturgia non è per nulla qualcosa di superfluo o esteriore.

Al contrario, essa "è il culmine verso cui tende l’azione della Chiesa e, insieme, la fonte da cui promana tutta la sua virtù" (Sacrosanctum concilium, 10) e la sua particolarità è altresì ribadita dal fatto che consta di una parte immutabile, proprio perché di istituzione divina.

Infine, chi celebra nella liturgia? "Tutta la comunità, il Corpo di Cristo unito al suo Capo" (C.C.C. 1140), all’interno della quale la Vergine Maria occupa un posto specialissimo (Lumen Gentium, 53).

© Il Timone

 


 
   

Links Correlati

· Inoltre Sacramenti & Liturgia
· News by yalan


Articolo più letto relativo a Sacramenti & Liturgia:
Le parti della santa Messa

 

   

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

   

Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

 

 
Totus Tuus Banner Exchange
Totus Tuus Banner Exchange


Iscriviti alla mailing list degli aggiornamenti del sito spedendo una mail
senza oggetto a questo indirizzo: leggendanera-subscribe@yahoogroups.com



Vai a Totus tuus



Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria
di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Il materiale riportato nel sito www.kattoliko.it/leggendanera è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio,
commento, didattici e di ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.








banner 140x126

Engine WL-Nuke - Powered by WebElite