Link utili



 

   

Cerca in Totus Tuus


 

   

Il grido silenzioso



 

Il Papa buono... finalmente Beato
 di Vincenzo Sansonetti

Un libro racconta il lato sconosciuto di Papa Giovanni XXIII. E sfata l’immagine del Papa progressista: amava il latino, voleva i preti in talare, aggravò la scomunica dei comunisti.

[Da "Il Timone" n. 10, Novembre/Dicembre 2000]

"Un giorno fui ricevuto in udienza da Giovanni XXIII", raccontò una volta il cardinale Silvio Oddi. "Mi ero procurato una copia degli atti del Sinodo romano, che si era appena concluso, e gli dissi: ’Beatissimo Padre, per favore si adoperi perchè il Concilio non abbia lo stesso esito del Sinodo romano’. ’Cosa vuoi dire?’, mi domandò, oscurandosi in volto. "Che farebbe ridere tutti’, dissi un po’ brutalmente. E lui, risentito: ’Ma che dici, il Sinodo romano è stato un successo’. In realtà quel Sinodo proibiva ai preti, tra l’altro, di andare allo stadio e di viaggiare in auto con donne (anche madri e sorelle). Commentò Oddi: "La verità è che Papa Giovanni era il conservatore più incallito che Dio abbia mai creato sulla faccia della terra".

Forse il cardinale non aveva tutti i torti, se è vero che don Lorenzo Milani, il discusso autore di Lettera a una professoressa, per Roncalli era un "povero pazzerello"; e guai a toccargli il latino, lingua per eccellenza della cattolicità, per non dire della conferma, anzi dell’aggravamento della scomunica verso i comunisti...

Son tanti, a dire il vero, gli aspetti scomodi o "non politicamente corretti" di Papa Giovanni, censurati per non offuscare un’immagine stereotipata di lui. In realtà il "Papa buono" ha fatto "cose cattive" che pochi oggi amano ricordare. Mi sono permesso di farlo io nel mio libro, uscito da poche settimane, intitolato Un santo di nome Giovanni (Sonzogno, 12.900 lire): un testo rispettoso che percorre l’intera parabola umana del Beato, ma che non nasconde nulla perchè, ed è la prima volta, non si preoccupa di salvaguardare a tutti i costi l’"immaginetta" del Papa progressista.

Con una scrittura semplice ma rigorosa ho approfondito le ragioni che hanno spinto la Chiesa a proclamare Beato Papa Giovanni, soffermandomi sul forte legame con la famiglia di origine e la terra bergamasca, sulla devozione verso san Giuseppe (avrebbe voluto chiamarsi Papa Giuseppe I), sulla lunga e accorta attività diplomatica in Bulgaria, Turchia e Grecia, Francia, sul ministero episcopale a Venezia e infine sul breve pontificato, culminato in una agonia vissuta con grande fede. Non nascondo le difficoltà che ebbe con la Gerarchia (durante la seconda guerra mondiale lo definirono un "pacioccone") e coi potenti della Terra (era "spiato" dalla Cia, fatto documentato), ma riuscì sempre a vivere la sua missione sacerdotale come amore a Cristo, servizio alla Chiesa, passione per l’uomo, in una serena e limpida acccttazione del volere di Dio e in continuità col Magistero dei Papi.

Bibliografia

Vincenzo Sansonetti, Un santo di nome Giovanni. La vita e le opere del Papa buono finalmente Beato, Sonzogno, Milano 2000. 
Completano il testo un inserto fotografico tratto dagli album personali di Papa Giovanni, un’appendice con una serie di schede di approfondimento (il suo "autoritratto", il rapporto con Mussolini e gli ebrei, il Concilio, le encicliche, i giudizi su di lui, i "numeri" del pontificato, l’inedito rapporto con Wojtyla) e un’ampia bibliografia.

© Il Timone

 


 
   

Links Correlati

· Inoltre Giovanni XXIII
· News by yalan


Articolo più letto relativo a Giovanni XXIII:
Il Papa buono... finalmente Beato

 

   

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 3.25
Voti: 4


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

   

Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

 

 
Totus Tuus Banner Exchange
Totus Tuus Banner Exchange


Iscriviti alla mailing list degli aggiornamenti del sito spedendo una mail
senza oggetto a questo indirizzo: leggendanera-subscribe@yahoogroups.com



Vai a Totus tuus



Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria
di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Il materiale riportato nel sito www.kattoliko.it/leggendanera è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio,
commento, didattici e di ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.








banner 140x126

Engine WL-Nuke - Powered by WebElite