Link utili



 

   

Cerca in Totus Tuus


 

   

Il grido silenzioso



 

Castità: catechismo docet
 di Roberto Lanzilli 

[Da "il Timone" n. 18, Marzo/Aprile 2002]

La castità è la virtù morale che modera l’appetito sessuale e si colloca all’interno della temperanza. Delle diverse forme di castità (verginale, giovanile, coniugale e vedovile) - tutti siamo chiamati alla castità - prenderemo in esame quella relativa ai fidanzati, facendo riferimento al Catechismo della Chiesa Cattolica. In esso tale virtù è trattata in modo specifico, quando si parla del sesto Comandamento che la Tradizione della Chiesa ha sempre considerato come comprensivo della sessualità umana.

Al paragrafo 2337 leggiamo: "La castità esprime la raggiunta integrazione della sessualità nella persona e conseguentemente l’unità interiore dell’uomo nel suo essere corporeo e spirituale. La sessualità (...) diventa personale e veramente umana allorché è integrata nella relazione da persona a persona, nel dono reciproco, totale e illimitato nel tempo, dell’uomo e della donna". Essa implica "l’integrità della persona e l’integralità del dono".

Perché è indispensabile la castità?

In quanto virtù, essa è un mezzo dato all’uomo per diventare simile a Dio che è sommo bene. In che modo assume rilievo la sessualità concernente in maniera particolare l’affettività, la capacità di amare e di procreare?

Rispondiamo così. Essendo l’uomo creato a immagine e somiglianza di Dio - il Quale è amore esprimentesi nelle persone della SS. Trinità in maniera totale e indissolubile -, è chiaro che anche la sessualità umana deve manifestare tale sacralità nella relazione tra l’uomo e la donna. Dove? Nel matrimonio.

Invero, se la vocazione all’amore coniugale è vocazione al dono di sé nel matrimonio, è necessario arrivare a possedere se stessi (la cosiddetta integrità della persona) attraverso la conoscenza di sé, la rinuncia e l’attesa per potersi veramente donare. Inoltre, la totalità o integralità del dono si realizza non solo nella dimensione corporale, ma anche in quella temporale, cioè fino alla morte. Pertanto, la castità non va intesa come un’attitudine repressiva della volontà, quale potrebbe mostrarsi nella continenza fine a se stessa. Al contrario è quella "energia spirituale" (Familiaris Consortio, 33) che libera il dono dell’amore ricevuto dall’egoismo dei sensi e dei sentimenti, più in generale dal desiderio del piacere non subordinato alla disposizione ad amare in tutte le circostanze, in vista del dono di sé nel matrimonio, avendo sempre presente il valore della persona ed il suo bene.

In altri termini, il piacere non deve essere l’unico valore e la base di ogni valutazione.

"L’obbedienza ai divini comandamenti l’esercizio delle virtù morali e la fedeltà alla preghiera" (CCC. n. 2340) sono alcuni mezzi che la Chiesa ci consiglia in questo impegno continuo del dominio di sé.

Glossario

Virtù. Disposizione abituale e ferma a fare il bene. Ci sono due specie di virtù: naturali e soprannaturali
Virtù naturali. Si producono nell’uomo con la ripetizione dell’atto sotto la guida della ragione naturale.
Virtù soprannaturali. Ci vengono date direttamente da Dio e dispongono l’intelletto e la volontà a seguire il dettame della ragione illuminata dalla fede.
Temperanza. Virtù cardinale che modera l’attrattiva dei piaceri e rende capaci dì equilibrio nei beni creati.
Fornicazione. Unione carnale tra un uomo e una donna liberi, al di fuori del matrimonio.

Bibliografia

Catechismo della Chiesa Cattolica.
Karol Wojtyla, Amore e responsabilità, Marietti, Milano 1980.
Dionigi Tettamanzi, Temi di morale fondamentale, Edizioni OR, Milano 1975.
Gianni Colombo - Mercedes De Carli Indri, Innamorarsi vuol dire... Conversazioni con i giovani di oggi, Paoline, Milano 1992.
Vidor Garcia Hoz, Educazione alla sessualità, Paoline, Milano 19946.

La Parola di Dio

"(...) Ma all’inizio della creazione Dio li creò maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una carne sola. Sicché non sono più due ma una sola carne. L’uomo dunque non separi ciò che Dio ha congiunto". (Mc 10, 5-9).

 


 
   

Links Correlati

· Inoltre Matrimonio
· News by yalan


Articolo più letto relativo a Matrimonio:
Perché il matrimonio è indissolubile?

 

   

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

   

Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

 

 
Totus Tuus Banner Exchange
Totus Tuus Banner Exchange


Iscriviti alla mailing list degli aggiornamenti del sito spedendo una mail
senza oggetto a questo indirizzo: leggendanera-subscribe@yahoogroups.com



Vai a Totus tuus



Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria
di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Il materiale riportato nel sito www.kattoliko.it/leggendanera è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio,
commento, didattici e di ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.








banner 140x126

Engine WL-Nuke - Powered by WebElite