Link utili



 

   

Cerca in Totus Tuus


 

   

Il grido silenzioso



 

Aids e preservativo
 di Bruto Maria Bruti

Sul problema AIDS e sul preservativo il magistero autentico della Chiesa Cattolica dice semplicemente la verità: ll preservativo, come del resto afferma l'Organizzazione mondiale della sanità, riduce ma non elimina il rischio del contagio.

Luc Montagnier, lo scienziato che ha scoperto e studiato il virus che provoca l'AIDS, spiega che l'AIDS è una malattia infettiva che si trasmette soprattutto attraverso i rapporti sessuali: la promiscuità sessuale - rapporti con più partner - favorisce la diffusione della malattia.

Montagnier afferma che i rapporti omosessuali sono più efficaci per la trasmissione del virus: infatti i rapporti ano-genitali costituiscono il fattore di rischio più importante.

Il genetista francese Jérôme Lejeune (1926-1994) - scopritore della trisomia 21, il difetto cromosomico responsabile della sindrome di Down - spiega che la mucosa intestinale non ha difese contro i virus trasmessi tramite rapporti sessuali. Se un uomo non usa adeguatamente il proprio corpo, la natura punisce il trasgressore.

L'uomo è costruito in un certo modo, come un'automobile - per usare una metafora di tipo meccanico -, e, se non segue le regole fissate dal costruttore, si producono guasti.

L'uso del preservativo riduce il rischio di contrarre la malattia, ma non lo elimina.

Alcuni ricercatori inglesi hanno reso noti i risultati di una loro indagine condotta sull'uso del preservativo fra gli omosessuali. Anzitutto il preservativo risulta inefficace nel 7% dei casi, anche quando è stato escluso un suo uso non appropriato. Inoltre, il 30% degli omosessuali ha constatato la rottura del preservativo nel corso del rapporto: questo vuol dire che il 30% degli omosessuali, che utilizza il preservativo, è esposto alla possibilità del contagio.

L'amore vero e la fedeltà coniugale rappresentano la strada più sicura per salvarsi dall'AIDS. Nel caso un partner sia sieropositivo, l'astensione dai rapporti sessuali è l'unica via di salvezza.

Un'indagine statistica è stata effettuta da ricercatori svizzeri (K. April, R. Koster, G. Fantacci, R, Schneider) su 563 coppie eterosessuali monogame con un solo partner sieropositivo, tenute in osservazione per un periodo piuttosto lungo (fino a 3 anni). Da questi studi è risultato che le coppie che avevano osservato rigorosa astinenza sessuale si erano mantenute tutte assolutamente immuni dal contagio del virus HIV dell'AIDS, mentre quelle coppie che avevano avuto rapporti sessuali protetti dall'uso del preservativo sono state contagiate dal virus per una percentuale del 22%.

Non è esatto parlare di sesso sicuro nei riguardi dell'HIV quando si usa il preservativo perché una sicurezza assoluta non esiste.

Incoraggiare all'uso del preservativo può infondere un ingannevole senso di sicurezza in situazioni rischiose ( partner sieropositivo, rapporti sessuali con partners multipli ecc ).

Non basta usare il casco in motocicletta per essere sicuri di non farsi male e poi andare con la motocicletta a folle velocità su strade pericolose convinti di essere protetti.

Scrive il Cardinale Giamo Biffi : "Chi si dà alle favole (cfr 2 Timoteo 4,4) non vuole che neppure risuoni la voce di chi alle favole non ci crede. E perciò cerca, intimidendoli, di chiudere loro la bocca. Siamo tutti vittime di questa intolleranza culturale, che toglie di fatto ai discepoli della verità quella libertà che è invece largamente concessa ai venditori di fumo. Un esempio interessante si ha in ciò che abitualmente si ascolta sul gravissimo flagello dell'AIDS, che fa strage di vite umane in tutto il mondo. Avete mai trovato qualcuno - vescovo o prete o teologo o medico o giornalista - che dica una volta nelle sedi di comunicazione sociale, che il modo scientificamente più efficace di prevenire l'AIDS è l'osservanza dei comandamenti di Dio ? E perché neppure noi cattolici lo diciamo? Perché abbiamo tutti paura della - non santa inquisizione - laicista, dei suoi clamori, delle sue irrisioni. Eppure, che l'osservanza dei comandamenti di Dio sia la strada più sicura per salvarsi dall'AIDS non è un'opinione religiosa: è una certezza epidemiologicamente incontrovertibile. Uno può essere personalmente allergico all'idea stessa di castità giovanile e di fedeltà coniugale; questo non ci meraviglia. Ma nessuno può negare che proprio la castità giovanile e la fedeltà coniugale rappresentano la migliore garanzia per evitare lo spaventoso contagio. Nessuno può negarlo a meno di rinunciare a ragionare. Noi a ragionare non rinunciamo. Anzi, questa - di ragionare a proposito di sesso, di matrimonio, di generazione dei figli - è la forma più elementare e più necessaria di servizio e di difesa della vita. Il credente - se il suo è un atto di fede autenticamente illuminato - la ragione non la celebra, non la enfatizza: semplicemente la usa. Il razionalista non credente troppo spesso si limita ad adorarla. E questa adorazione è fonte di molti guai, come sempre avviene quando si dà un culto assoluto a chi non è il Signore dell'universo. Noi adoriamo unicamente colui che solo può dire di sé: "Io sono la via, la verità e la vita" (cfr Giovanni 14, 6)."

(Bruto Maria Bruti: medico chirurgo)

 


 
   

Links Correlati

· Inoltre Contraccezione
· News by yalan


Articolo più letto relativo a Contraccezione:
Aids: il preservativo non preserva

 

   

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 3.25
Voti: 4


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

   

Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

 

 
Totus Tuus Banner Exchange
Totus Tuus Banner Exchange


Iscriviti alla mailing list degli aggiornamenti del sito spedendo una mail
senza oggetto a questo indirizzo: leggendanera-subscribe@yahoogroups.com



Vai a Totus tuus



Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria
di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Il materiale riportato nel sito www.kattoliko.it/leggendanera è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio,
commento, didattici e di ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.








banner 140x126

Engine WL-Nuke - Powered by WebElite