Link utili



 

   

Cerca in Totus Tuus


 

   

Il grido silenzioso



 

Il nuovo conformismo in salsa Onu
 di Lucetta Scaraffia

DIBATTITO. Una risposta a Luzzatto sui programmi legati alla «salute riproduttiva» femminile.

[Da "il Corriere della Sera", 12 giugno, 2005]
 
Sergio Luzzatto appartiene a quella categoria di critici che, invece di argomentare le proprie opinioni, preferisce usare etichette a torto o a ragione denigratorie. Lo ha fatto anche nella critica al libro che ho scritto con Eugenia Roccella (Contro il Cristianesimo. L’Onu e l’ Unione Europea come nuova ideologia, Piemme), sostenendo che basta «leggere i rapporti del 2005 dell’ Organizzazione mondiale della sanità» per convincersi che «qualcuno si occupa dei diritti delle puerpere e dei neonati falcidiati dalle malattie, (...) dagli aborti illegali, dalla mancanza di assistenza medica al parto, dall’ incidenza della mortalità infantile». Non sa Luzzatto, pur essendo uno storico, che i dati vanno guardati con spirito critico, cioè confrontati e valutati rispetto ad altri parametri? Prima di presentarsi come un volenteroso difensore dell’ortodossia delle Nazioni Unite dovrebbe farlo, invece di credere ingenuamente alle informazioni che le organizzazioni internazionali dan no di se stesse. Non è necessario essere cattolici - nel suo lessico «propagandisti di Ratzinger» - per sapere che ormai le critiche agli organismi mondiali vengono da molte e diverse parti, unite nell’ indicare nella manipolazione da un lato, nella sacralizzazione dei diritti umani dall’ altro, le cause della crisi in cui versano. Ma forse il problema è che non ha letto con attenzione il libro: viene da pensarlo di fronte ad accuse ampiamente smentite dai dati riportati nell’ appendice. E anche nel testo è citato un rapporto della Società di ostetricia e ginecologia canadese, presentato nel 2002 a Ottawa, in cui si denuncia, analizzando i dati delle Nazioni Unite, che «sono stati compiuti pochissimi progressi nel ridurre la mortalità materna e infantile a livello globale» . E il rapporto del Fondo delle Nazioni Unite per la popolazione del 2004 riferisce che « nonostante alcuni progressi in qualche Paese, tragicamente il numero totale di morti da parto per anno (secondo le stime 529.000, confermato del resto nel rapporto del 2005) non ha subito cambiamenti significativi . Diversa, al contrario, è la soddisfazione con cui si saluta il continuo calo delle nascite. Questo vuol dire che all’ interno dei programmi di «salute riproduttiva» le energie internazionali sono rivolte alla prevenzione delle gravidanze più che alla protezione delle donne che partoriscono. Il modo con cui s’intende ridurre la mortalità da parto è, quindi, diminuire il numero dei parti. L’impegno dell’Organizzazione mondiale della sanità e dell’Unione Europea verso la salute delle partorienti è infatti decisamente inferiore rispetto a quello indirizzato al controllo delle nascite, che comprende il diritto all’ aborto sicuro. Come storico Luzzatto dovrebbe sapere che un ricercatore deve guardare ai fatti reali e non alla versione ufficiale delle burocrazie, siano esse di un partito o di un organismo internazionale. E cercare di capire cosa succede davvero, invece di adagiarsi nel nuovo conformismo ideologico dei diritti umani. 

Lucetta Scaraffia

 


 
   

Links Correlati

· Inoltre ONU
· News by yalan


Articolo più letto relativo a ONU:
E l'Onu disse: dieci, cento, mille gender

 

   

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 5
Voti: 1


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

   

Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

 

 
Totus Tuus Banner Exchange
Totus Tuus Banner Exchange


Iscriviti alla mailing list degli aggiornamenti del sito spedendo una mail
senza oggetto a questo indirizzo: leggendanera-subscribe@yahoogroups.com



Vai a Totus tuus



Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria
di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Il materiale riportato nel sito www.kattoliko.it/leggendanera è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio,
commento, didattici e di ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.








banner 140x126

Engine WL-Nuke - Powered by WebElite