Link utili



 

   

Cerca in Totus Tuus


 

   

Il grido silenzioso



 

Gli spazzini di Dio
 di Gianpaolo Barra

[Da "il Timone" - Anno II, numero 9 - Settembre/Ottobre 2000]

Ma sì, almeno questa volta, e per una volta soltanto, diamo voce e spazio al tanto vituperato "trionfalismo cattolico", esterniamo compiaciuti la nostra gioia, godiamoci il successo della Giornata Mondiale della Gioventù, incantati dalla vista di due milioni di giovani, giunti a Roma per pregare ed ascoltare il Papa. 

Sorvoliamo con distacco sui commenti, le reazioni, le critiche poche per la verità -, e sul rabbioso disappunto di commentatori ed analisti, laici e anticlericali, nostalgica retroguardia di un pensiero inesorabilmente declinante. Lasciamoli nel loro brodo e compatiamone la solitudine. Si atteggiano a maestri, ma le loro aule sono vuote. E detto con franchezza il fatto non ci causa alcun rammarico.
Sì, siamo proprio contenti e di questo ringraziamo Dio, in primo luogo. 

La traboccante entità numerica di giovani convenuti attorno al Papa ci ha lasciato piacevolmente stupefatti. Perché negarlo? Non ci dispiace affatto che solo il Papa, solo il successore di Pietro abbia da dire cose interessanti alla gioventù di tutto il mondo. 

Ma le ragioni della nostra gioia sono altre. Ci rallegriamo del fatto che milioni di anime si siano raccolte in preghiera, abbiano pubblicamente invocato, ringraziato e supplicato Dio, consolandoLo per i peccati del mondo, abbiano venerato sua Madre e rinnovato fedeltà alla Chiesa. Siamo cattolici e queste cose ci importano molto. 

Esultiamo del fatto che centinaia di migliaia di penitenti abbiano affollato i confessionali. La nostra fede insegna che la riconciliazione sacramentale dell’uomo con Dio suscita una imponente cascata di grazie celesti, di favori divini da cui non solo i giovani convenuti a Roma, ma il mondo intero trae beneficio. 

Si aggiunga che il Papa ha ricordato ai giovani pellegrini che l’autentico messaggio di Cristo è veicolato dalle parole del successore di Pietro, a conferma di quel Primato universale del Pontefice romano che in casa cattolica qualche teologo alla moda fatica ancora a digerire.
Ci rallegra il fatto che il Papa abbia ribadito, chiaro e forte, che solo Gesù Cristo è fonte e approdo dell’uomo in cerca di felicità. Per qualche laico opinionista questa è intolleranza catto-clericale, per noi cattolici è conferma di una certezza bimillenaria. 

Come si vede, non mancano ragioni per giustificare la nostra gioia.
Sì, cari giovani, vi dobbiamo un grazie. Ora, mettiamoci al lavoro. Come vi ha detto ci ha detto il Papa, incendiamo il mondo dell’amore e della verità di Gesù Cristo, il solo che ha parole di vita eterna. 

Ma ancora un grazie, un ultimo grazie vi è dovuto, e per un motivo che forse non immaginate. Era ancora vivo il ricordo di una Roma spiritualmente e moralmente insudiciata dalla manifestazione di superbia omosessuale, dall’offesa arrecata alla Chiesa, al suo Pastore e a noi cattolici per l’orgogliosa esaltazione di un peccato che si vuole innalzato a norma naturale. 

Bene, cari giovani, le vostre preghiere, il perdono sacramentale ricevuto in confessionale, i milioni di rosari recitati, i sacrifici offerti, i propositi formulati, la gioia donata al Papa, la fedeltà rinnovata alla Chiesa, al Pontefice romano e l’amore vero che volete vivere e coltivare hanno ripulito Roma da quella sozzura. 

Se ne sentiva il bisogno. Siete stati gli spazzini di Dio. Fatevene un vanto.

© Il Timone

 


 
   

Links Correlati

· Inoltre Editoriale de «il Timone»
· News by yalan


Articolo più letto relativo a Editoriale de «il Timone»:
Un equivoco

 

   

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 0
Voti: 0

Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

   

Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

 

 
Totus Tuus Banner Exchange
Totus Tuus Banner Exchange


Iscriviti alla mailing list degli aggiornamenti del sito spedendo una mail
senza oggetto a questo indirizzo: leggendanera-subscribe@yahoogroups.com



Vai a Totus tuus



Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria
di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Il materiale riportato nel sito www.kattoliko.it/leggendanera è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio,
commento, didattici e di ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.








banner 140x126

Engine WL-Nuke - Powered by WebElite