Link utili



 

   

Cerca in Totus Tuus


 

   

Il grido silenzioso



 

Attenti al diavolo
 di Carlo Climati

Il demonio agisce, circuisce giovani adepti e miete vittime. Anche nella provincia italiana. Certa musica veicola il suo culto. Un fenomeno da non sottovalutare.

[Da "Il Timone" n. 10, Novembre/Dicembre 2000]

Un inquietante fatto di cronaca ha richiamato, recentemente, l’attenzione dei mass media sul problema del satanismo giovanile: l’omicidio di suor Maria Laura Mainetti, uccisa a Chiavenna, in provincia di Lecco, da tre ragazze di diciassette anni. 

Si è trattato di un vero e proprio "sacrificio" al diavolo. Le tre ragazze, infatti, erano appassionate di esoterismo e di "rock satanico". Nei loro diari gli inquirenti hanno trovato le immagini e i testi delle canzoni del cantante trasgressivo Marilyn Manson. Inoltre, simboli diabolici come la croce rovesciata e il "sei-sei-sei", numero biblico dell’Anticristo. 

Suor Maria Laura Mainetti era sempre pronta a correre in aiuto delle persone in difficoltà. La sera del delitto, una delle ragazze le ha telefonato fingendosi disperata: "Sono incinta. Vogliono farmi abortire. Vediamoci subito". 

Ma era una trappola. La religiosa è stata convinta a recarsi in una zona isolata, in mezzo al bosco. Il giorno dopo è stata ritrovata in una pozza di sangue, trafitta da diciannove coltellate al volto, alla gola e al torace. 

Le tre giovani di Chiavenna hanno raccontato che la suora, mentre veniva colpita, era in ginocchio e pregava a mani giunte. Le sue ultime parole sono state le stesse di Gesù in croce: "Signore, perdonale. Non sanno quello che fanno". Nel frattempo, le ragazze continuavano ad accoltellarla e ad insultarla. Si è trattato, dunque, di un vero e proprio martirio. 

Che cosa può aver spinto tre ragazze di un paesino della Lombardia a compiere un gesto così disumano e sanguinario? La risposta a questa domanda va cercata nel triste fenomeno del satanismo giovanile, che ultimamente sembra essere in aumento. Cresce sempre di più il numero dei ragazzi che si dichiarano affascinati dal diavolo e da un certo tipo di rock nichilista ed anticristiano.
è proprio questo genere di musica a fare da "ponte" tra i giovani ed il culto del diavolo. Partendo dal semplice ascolto di un disco, si può arrivare alla pratica del satanismo. Questo accade perchè alcuni cantanti aderiscono apertamente alle sette sataniche e si fanno portatori del loro messaggio.
Fra gli esponenti di spicco della corrente del "rock satanico" c’è proprio Marilyn Manson, "idolo" delle ragazze che hanno compiuto il delitto di Chiavenna. Questo cantante americano ha fatto della trasgressione la sua arma fondamentale. Il suo stesso nome, non a caso, racchiude una perfida provocazione. Unisce il mito dell’attrice Marilyn Monroe al triste ricordo di Charles Manson, uno squilibrato che negli anni sessanta diede vita ad una setta responsabile di vari omicidi.
Marilyn Manson, alcuni anni fa, ha incontrato Anton La Vey, fondatore della Chiesa di Satana americana, ed è stato ordinato "sacerdote" del diavolo. I suoi dischi, purtroppo, sono stati un formidabile "spot pubblicitario" per questa organizzazione. Bianche Barton, un’esponente della setta, ha ammesso: "Abbiamo ricevuto molte domande da parte di ragazzi che hanno iniziato ad interessarsi al satanismo grazie alla musica e all’atteggiamento di Marilyn Manson". 

La Chiesa di Satana è nata a San Francisco nel 1966 per iniziativa dell’occultista Anton La Vey e del regista Kenneth Anger, autore di film come "Invocation of my demon brother" (Invocazione di mio fratello demonio) e "Lucifer Rising" (Lucifero che sorge). 

Questa organizzazione, negli Stati Uniti, è considerata perfettamente legale. è una vera e propria "religione", con tanto di "Bibbia", "sacerdoti" e "comandamenti". I responsabili di questa setta, infatti, non commettono i tipici reati del satanismo. Non fanno sacrifìci umani e non praticano la violenza sessuale. Si limitano semplicemente a diffondere la loro "ideologia" satanica.
Purtroppo, però, tra gli insegnamenti della Chiesa di Satana troviamo argomenti che non promettono nulla di buono: l’esaltazione del peccato, della vendetta ed una concezione dell’uomo simile all’animale. Certi messaggi negativi vengono trasmessi ai giovani con l’aiuto dei cantanti che collaborano con questa organizzazione, come Marilyn Manson, King Diamond e gli Acheron. Se non esistessero certi "ponti", la diffusione del satanismo tra i ragazzi sarebbe ben più limitata.
Purtroppo, il "rock satanico" sembra essere diventato un ottimo affare per le case discografiche. I giovani, oggi, sono considerati dei "bidoni aspiratutto", ai quali è lecito offrire qualunque cosa, pur di arricchirsi alle loro spalle. E così li si riempie di magia, satanismo, violenza, sangue e prodotti consumistici che rappresentano un vero e proprio veleno per l’anima. 

Un grande scrittore, Gilbert Keith Chesterton, diceva che "la gioia è il gigantesco segreto del cristiano". Il satanismo, invece, propone ai giovani una filosofia di vita completamente opposta. Trasmette ai ragazzi un senso di pessimismo e di sconforto. Non a caso, Don Bosco era solito ricordare che "chi è triste ha il diavolo vicino". 

Seguendo i cattivi maestri del "rock satanico", i giovani rischiano di cadere facilmente nella trappola del nichilismo e della perdita di ogni valore. Vengono risucchiati da una sensazione di vuoto e di smarrimento, in cui il culto del male trova un terreno fertilissimo. Lo ha spiegato, alcuni anni fa, il Cardinale Joseph O’Connor, Arcivescovo di New York, parlando proprio del satanismo: "è importante per tutti noi ricordarci quanto siano vulnerabili i giovani quando vengono privati di tutti i valori assoluti, degli insegnamenti morali, schietti, onesti, non equivoci e non confusi, quando non c’è nessuno a dir loro ciò che è giusto e ciò che è sbagliato. A essi viene offerto un messaggio secondo il quale nessuno ha il diritto di dir loro che cosa fare, di dir loro ciò che è bene e ciò che è male. Ora, tutto questo crea un terribile vuoto, un vuoto dentro il quale Satana ama introdursi".

Ricorda

"La potenza di Satana non è infinita. Egli non è che una creatura, potente per il fatto di essere puro spirito, ma pur sempre una creatura: non può impedire l’edificazione del Regno di Dio. Sebbene Satana agisca nel mondo per odio contro Dio e il suo Regno in Gesù Cristo, e sebbene la sua azione causi gravi danni di natura spirituale e indirettamente anche di natura fisica per ogni uomo e per la società, questa azione è permessa dalla divina Provvidenza, la quale guida la storia dell’uomo e del mondo con forza e dolcezza. La permissione divina dell’attività diabolica è un grande mistero, ma "noi sappiamo che tutto concorre al bene di coloro che amano Dio" (Rm 8/28). (Catechismo della Chiesa Cattolica, n. 395)".

"[...] Il Male non è un’astrazione: indica invece una persona: Satana, il Maligno, l’angelo che si oppone a Dio. Il "diavolo" ["diabolos", colui che "si getta di traverso"] è colui che "vuole ostacolare" il Disegno di Dio e la sua "opera di salvezza" compiuta in Cristo". (Catechismo delia Chiesa Cattolica, n.2851).

Bibliografia

Carlo Climati, Inchiesta su! rock satanico, Piemme, Casale Mon.to (AL) 1996.
Massimo Introvìgne, Indagine sul satanismo. Satanismi e anti-satanisti dal Seicento ai nostri giorni, Mondarori, Milano 1994.

© Il Timone

 


 
   

Links Correlati

· Inoltre Diavolo dimenticato
· News by yalan


Articolo più letto relativo a Diavolo dimenticato:
Attenti al diavolo

 

   

Valutazione Articolo

Punteggio Medio: 3.5
Voti: 4


Dai un voto a questo articolo:

Eccellente
Ottimo
Buono
Sufficiente
Insufficiente

 

   

Opzioni


 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 

 

 
Totus Tuus Banner Exchange
Totus Tuus Banner Exchange


Iscriviti alla mailing list degli aggiornamenti del sito spedendo una mail
senza oggetto a questo indirizzo: leggendanera-subscribe@yahoogroups.com



Vai a Totus tuus



Ai sensi della Legge 7 marzo 2001, n.62, si dichiara che questo sito non rientra nella categoria
di "informazione periodica" in quanto viene aggiornato ad intervalli non regolari.
Il materiale riportato nel sito www.kattoliko.it/leggendanera è pubblicato senza fini di lucro e a scopo di fini di studio,
commento, didattici e di ricerca. Eventuali violazioni di copyright segnalate dagli aventi diritto saranno celermente rimosse.








banner 140x126

Engine WL-Nuke - Powered by WebElite